//Tools SEO: 3 tools gratuiti per iniziare a curare la SEO del tuo sito
  • tools seo

Tools SEO: 3 tools gratuiti per iniziare a curare la SEO del tuo sito

Di |2018-08-11T10:53:29+00:0008 agosto 2018|SEO per Wordpress|0 Commenti

I 3 tools SEO gratuiti da iniziare ad usare da subito

Quando si parla di SEO si sa già che l’argomento è sicuramente delicato e complesso. Riuscire a curare la SEO del tuo sito web è quell’elemento che fa la differenza tra il successo ed il fallimento del tuo business online. Ecco perché oggi ti voglio parlare i questi 3 tools SEO gratuiti.

Non farò riferimento a plugin strettamente connessi con WordPress ma bensì a strumenti esterni.

Questo articolo va bene a prescindere da quale piattaforma hai usato per creare il tuo sito web o blog. Inoltre questi 3 tools SEO sono completamente gratuiti ed il mio consiglio è quello di iniziare ad usarli da subito.

Cosa vuol dire SEO e perché dovresti impararne le basi

Ovviamente a seconda dalle finalità del tuo sito e dei tuoi obiettivi la SEO legata al tuo sito web potrebbe essere diversa da quella di un altro sito web.

Quando si parla di questa tematica, data la sua complessità e varietà, si parla sempre in modo generico.

Ogni sito va preso e studiato singolarmente andando a capire e focalizzare quali sono gli obiettivi, i punti di forza del sito ed i suoi competitor.

Tutte fasi che richiedono uno studio attento, una profonda analisi ed una strategia ben strutturata nel tempo.

Ovviamente tutto questo viene svolto da specialisti che prendono il nome di SEO specialist.

Se tu hai creato il tuo blog o sito aziendale e vuoi avvicinarti a tale argomento sicuramente il primo passo è capire cosa si intende – con esattezza – con il termine SEO:

SEO è un acronimo di lingua inglese che vuol dire: Search Engine Optimization.

Con questo termine si fa riferimento a tutte quelle attività il cui fine è quello di andare a migliorare ed incrementare il posizionamento delle pagine di un sito web nei risultati organici dei motori di ricerca.

Se hai creato il tuo sito WordPress da solo o il tuo blog e vuoi continuare a gestirlo in completa autonomia, quindi senza fare ricorso ad un SEO specialist, dovrai andare a studiare e capire almeno le basi che stanno dietro la SEO.

Non applicare uno studio ed una strategia SEO al tuo sito è come creare un hotel nel bel mezzo del deserto, dove nessuno passerà mai.

Come iniziare a fare SEO per il proprio sito web

Ovviamente non diventerai un esperto SEO nel giro di qualche giorno o settimana e nemmeno qualche mese.

Servirà tanto tempo e studio.

Per aiutarti in questa importante “avventura”, che se fatta bene ti darà grande soddisfazioni, puoi fare uso di alcuni tools che sono indispensabili per andare ad analizzare il tuo sito e le relative statistiche.

I tools SEO sono davvero tanti ed i professionisti della SEO utilizzano strumenti molto potenti ma che sono a pagamento.

La cosa migliorare sarebbe quella di iniziare ad usarli anche tu ma se all’inizio non vuoi mettere mano al portafoglio puoi iniziare ad usare questi 3 tools gratuiti che sono offerti da Google.

Già, proprio Google! Come detto la SEO è volta al posizionamento delle pagine web sui motori di ricerca, ma quali motori di ricerca?

Sicuramente i due principali motori di ricerca al mondo sono Google e Bing, ma in Italia (ed in gran parte d’Europa) Google ha un ruolo dominante.

Infatti, potremmo affermare, che il tuo obiettivo sarà quello di ottenere il miglior posizionamento su Google per le keyword di tuo interesse.

Quindi proprio il motore di ricerca dove intendiamo andarci a posizionare ci offre questi 3 validi tools SEO gratuitamente.

Iniziamo a vedere quali sono e che scopi hanno.

Google Analytics

Ad oggi non conosco nessun, e dico nessun, sito web o blog che non usi Google Analytics.

Google Analytics è ormai uno strumento fondamentale che quando si va a creare un sito web la prima cosa che si fa dopo la sua messa online è quella di andare ad integrarvi Google Analytics.

Ma cos’è ed a cosa server Google Analytics?

Google Analytics è un servizio web gratuito offerto da Google che consente di analizzare e controllare dettagliatamente tutte le statistiche sui visitatori di un sito web o di una app.

Ma Google Analytics non è solo un semplice strumento di analisi di accessi ma molto di più.

Google Analytics ti permette di andare ad analizzare in modo completo ed esauriente non solo il numero di visite quotidiane ma anche come è formato il tuo pubblico e quali comportamenti ha.

Da tutta questa serie di dati che puoi raccogliere da Analytics puoi andare a capire quali sono le pagine che ottengono piu traffico, quale tipologia di utente visita il tuo sito e qual’è il loro comportamento.

Inoltre possiamo anche andare ad esaminare le sorgenti di traffico in modo tale da avere una panoramica a 360° sulle visite del tuo sito web.

Infine, ma non meno importante, Analytics si integra alla perfezione con un altro strumento offerto da Google che è Google Ads.

Google Search Console

Google search console è un servizio gratuito che, come si intuisce dal nome, viene offerto da Google e che consente di monitorare l’andamento di un sito web nei risultati di ricerca.

Google search console offre davvero tante importanti funzioni che ovviamente in questo piccolo articolo sarebbe impossibile scriverle tutte.

Le principali cose che potrai fare con Google Search Console sono:

  • Assicurarti che Google acceda correttamente al tuo sito ed alla relative pagine che lo compongono
  • Inviare una sitemap del tuo sito a Google
  • Richiedere che Google visiti ed indicizzi una relativa pagina
  • Richiedere che Google escluda dai risultati di ricerca una tua pagina
  • Sapere quali sono le query che portano traffico al tuo sito
  • Conoscere quali sono i siti che hanno all’interno un link che rimanda al tuo sito (backlink)
  • Monitorare e risolvere eventuali problemi legati a malware o spam del tuo sito

E tanto altro, davvero tanto altro. Questa lista è solo un piccolo riassunto delle potenzialità di questo strumento web.

Da quanto detto, anche se in modo sintetico, spero tu abbia capito quanto sia importante usare Google Search Console.

Questo strumento ti permette di gestire molti aspetti legati al tuo sito tra i quali, ovviamente, anche quelli inerenti alla SEO.

Google Trends

Google Trends è uno strumento, basato sulle ricerche che quotidianamente vengono fatte dagli utenti su Google, che ti permette di conoscere la frequenza di ricerca di una determinata keyword (parola chiave) o frase.

Questo strumento gratuito si rivela praticamente utile specialmente nella gestione di un blog.

Quando decidi di creare un nuovo articolo dovresti ben sapere per quale o quali keyword vuoi – o almeno desideri – si posizioni.

Per capire quanto traffico e la frequenza di ricerca di quella keyword usare Google Trends si può rilevare fondamentale.

Altro aspetto interessante di Google Trends è che non solo ti mostra la frequenza di ricerca per quella determinata parola o frase ma  ti mostra anche le ricerche correlate.

Facciamo un esempio!

Supponiamo che tu voglia scrivere un articolo inerente a delle ricette e vuoi posizionarti per la keyword: ricette cucina

Ecco l’andamento della frequenza di ricerca per questa keyword su Google

esempio keyword su google trends

Nel grafico puoi vedere con valori che vanno da 0 (minimo) a 100 (massimo) l’andamento della frequenza di ricerca nel tempo per questa keyword.

Scorrendo in basso, invece, trovi quelle che sono le query associate

query associate in google trends

Conoscere ed analizzare le query associate è molto importante in ambito SEO.

Molte volte può capitare che abbiamo un ottimo copy ma la keyword che vogliamo posizionare o non genera il traffico voluto oppure è troppo competitiva.

Ecco che ci vengono in aiuto le query associate, possiamo decidere di andare a posizionarci per una query associata che magari risulta essere meno competitiva ed allo stesso tempo in grado di generare traffico più profilizzato.

Prendendo sempre come riferimento l’esempio sopra, la keyword ricette cucina potrebbe essere troppo generica invece andare ad usare, nel caso parlassimo proprio di cucina vegana, la keyword: cucina vegana ricette sarebbe più facile da posizionare ed inoltre è una key in forte crescita.

Conclusioni

Siamo arrivati alla fine di questa piccola guida in ambito SEO che spero possa tornarti utile e darti le basi sugli strumenti essenziali da imparare ad usare ed utilizzare da subito.

Con questi 3 tools SEO puoi iniziare a muovere i tuoi primi passi verso una corretta strategia SEO per il posizionamento delle tue pagine sui motori di ricerca.

Con Analytics avrai un potente strumento di monitoraggio e di controllo degli obiettivi, con Google Search Console andrai a curare molti aspetti del tuo sito web tra i quali anche l’invio di sitemap, il controllo delle query e di eventuali problemi legati alla sicurezza.

Infine, usando Google Trends potrai avere una visione più ampia su quali keyword usare. Google Trends è la base da cui partire per studiare un uso corretto di un blog magari pensato per andare a sfruttare tecniche di marketing come l’inbound marketing.

Ovviamente questi 3 tools SEO sono solo la base da cui partire.

Oltre all’uso di questi strumenti serve una pianificazione e studio profondo e mirato.

Inoltre ci sono tanti altri tools SEO a pagamento che sono molto completi e che aiutano tantissimo in ambito SEO.

Detto questo, sopratutto, Google Analytics e Google Search Console, sappi che sono usati da tutti ed a tutti i livelli.

Inizia fin da subito a mettere in pratica i consigli scritti in questa guida e noterai un sicuro miglioramento delle tue visite organiche ed un miglior posizionamento sui motori di ricerca.

E tu usi già questi e tools SEO?

Quali strumenti usi per monitorare e migliorare l’aspetto SEO del tuo sito web?

Come sempre ti lascio libero spazio nei commenti qui sotto.

Articolo scritto da:

Ciao, mi chiamo Giuseppe Musumeci e da oltre 9 anni sono un appassionato del web e di tutto quello che vi ruota attorno. Nel lontano 2009 ho scoperto il mondo dei CMS e quindi anche di Wordpress ed è stato puro amore fin da subito. Con i miei articoli spero di aiutare sempre più persone ad avvicinarsi a questo fantastico mondo.

Lascia Un Commento