//Le differenze tra WordPress.com e WordPress.org
  • differenze tra wordpress.com e wordpress.org

Le differenze tra WordPress.com e WordPress.org

Di |2018-08-15T15:07:33+00:0015 agosto 2018|Usare Wordpress|0 Commenti

Quando si decide di aprire un proprio blog e si è alle prime armi si inizia a cercare su Google quale sia lo strumento migliore per poter realizzare tale scopo. Sicuramente tra i vari suggerimenti spunta quello di usare WordPress, ma WordPress.com o WordPress.org?

WordPress.com o WordPress.org: perché usano lo stesso nome?

WordPress è la piattaforma più usata per la realizzazione di siti web e blog.

Molte volte, però, in rete si fa confusione tra WordPress.com e WordPress.org. Si pensa che siano la stessa identica cosa e questo errore è dovuto al fatto che hanno lo stesso identico nome.

L’unica differenza, che magari i più attenti avranno notato, sta nell’estensione del nome dominio: uno è .com e l’altro è.org.

Ma perché ci sono due “versioni” di WordPress?

In realtà l’unica versione del CMS WordPress è quella che fa riferimento al sito wordpress.org.

Quando in rete leggi guide su temi, plugin, creazione di blog avanzati, ecommerce ect usando WordPress fanno tutti riferimento alla versione CMS di WordPress.

WordPress è infatti un CMS (content management system) che permette un pieno controllo del sito da parte dell’amministratore.

Detto questo, però, uno dei fondatori di WordPress, Matt Mullenweg, decise di creare un servizio di blog completamente gestito con lo stesso nome, appunto WordPress.com.

WordPress.com nacque anche con l’intento di contrastare la piattaforma gratuita per blogging di Google che prende il nome di Blogger.

Un errore che si fa spesso in rete è quello di pensare che i due progetti, CMS e piattaforma gestita per blog, sia correlati, che ci sia una sorta di unione tra di loro.

In realtà i due progetti seguono un piano di sviluppo ben separato ed indipendente anche se la società dietro WordPress.com, l’ Automattic, contribuisce attivamente allo sviluppo di WordPress.org

WordPress.com o WordPress.org: quali sono le differenze?

Ok, ti ho detto che WordPress.com e WordPress.org sono due progetti separati e con finalità diverse ma a questo punto sorge spontanea la domanda: ma quali sono le reali differenze?

Alla fine se stai leggendo questa guida ti interessa sapere proprio quali sono le reali differenze d’uso, limitazioni e pro e contro di uno e dell’altro.

Bene, per aiutarti a capire meglio le differenze farò una lista di pro e contro di tutti e due.

WordPress.org

WordPress.org (da molti ritenuti il vero ed unico WordPress) è la versione CMS di WordPress.

Per poter essere utilizzato bisogna acquistare un nome dominio ed uno spazio web hosting, a tale scopo ti consiglio di usare uno dei migliori hosting per WordPress che io abbia mai usato.

Come tutti i CMS, una volta scaricato, dovrai procedere all’installazione di WordPress sul tuo spazio web anche se a dire il vero molti hosting hanno degli installer automatici per WordPress.

Leggi anche: Come installare WordPress su un web server

Il vantaggio di usare la versione CMS è che non hai nessun tipo di limite. Qualsiasi progetto tu abbia in mente lo potrai realizzare.

Ma c’è anche altro: per WordPress.org esistono migliaia di temi e plugin che ti permetto di andare a personalizzare ed arricchire di funzioni il tuo sito web o blog.

Inoltre la versione CMS è gratuita ed open source. Quindi la puoi scaricare senza dover pagare un solo centesimo, sarai libero di usarla anche per progetti commerciali, di usarla, modificarla, rivendere ect.

Facciamo una piccola analisi dettagliata dei vantaggi e dei svantaggi di WordPress.org

I vantaggi di usare WordPress.org

  1. Completamente gratuito ed usabile liberamente senza alcune restrizione di sorta
  2. Grazie alla sua grande diffusione è facile trovare in rete guide o community di supporto in caso dovessi avere qualche difficoltà o dubbio
  3. Elevatissimo numero di temi e plugin utilizzabili molti dei quali anche gratuitamente
  4. Possibilità di monetizzare il tuo sito con Google AdSense o altri circuiti di advertising
  5. Puoi creare un e-commerce e guadagnare mediante le vendite online generate dal tuo store
  6. Sei libero di intervenire, se ne hai le capacità, sul codice sorgente ed apportare qualsiasi modifica
  7. Il sito web sarà completamente tuo e non mai nessuno potrai chiudertelo se non rispetti le loro linee guida (ovviamente sempre che non tratti materiale illegale).
  8. Potrai usare qualsiasi strumento di analisi e statica riterrai opportuno usare, come Google Analytics, in quando potrai agire, come detto, sul codice del tuo sito.

Gli svantaggi di usare WordPress.org

  1. WordPress.org è scaricabile ed usabile gratuitamente tuttavia per poter essere usato avrai bisogno di un nome dominio ed uno spazio web, quindi dovrai sottoscrivere un piano web hosting. Il costo di un web hosting varia in base alla tipologia di web hosting scelto ma comunque parliamo di cifre abbastanza piccole. Per esempio su Serverplan.com puoi avere dominio e spazio web a soli 24 euro l’anno.
  2. La gestione del sito sarà completamente sotto la tua responsabilità quindi dovrai pensare tu alla manutenzione del sito, agli aggiornamenti, ai backup e ad adottare una corretta politica di sicurezza.
  3. Il consiglio, ma varia in base alle tue esigenze, è quello di usare un tema premium, a pagamento, che può avere un prezzo, solitamente, tra i 25 euro ed i 65 euro.
  4. La versione CMS sicuramente ti da una libertà d’uso praticamente senza limiti ma ha anche un curva di apprendimento leggermente maggiore.

WordPress.com

WordPress.com, come già accennato, è la versione del servizio per blog basata su WordPress completamente gestita.

Per poter utilizzare WordPress.com occorre sottoscrivere un abbonamento, attualmente è possibile scegliere tra 5 piani:

  • Gratuito: come dice lo stesso nome è gratis ma anche molto ma molto limitato
  • Personale: 48 euro l’anno
  • Premium: 96 euro l’anno
  • Business: 300 euro l’anno
  • VIP: a partire da circa 5000 euro al mese

Come puoi ben capire più funzioni hai di bisogno più aumenta il prezzo che dovrai pagare annualmente per usare questo servizio.

Esaminiamo con più attenzione i vantaggi e svantaggi di WordPress.com

I vantaggi di usare WordPress.com

  1. Se vuoi creare un blog personale giusto per il tuo piacere di scrivere e condividere le tue idee ed opinioni online potresti valutare l’uso di WordPress.com nel suo piano gratuito. Ovviamente avrai tantissime limitazioni e non potrai superare i 3 GB di archiviazione ma per un blog personale per puro passatempo potrebbe andare anche bene.
  2. Non dovrai preoccuparti della parte tecnica di gestione del tuo blog, aggiornamenti, backup ect sono tutti fatti dal team di WordPress.com tu avrai solo il pensiero e compito di scrivere sul blog.

Gli svantaggi di usare WordPress.com

  1. Il piano gratuito è troppo limitato, per nulla adatto a scopi aziendali ed anche per scopi personali dopo un pò potresti arrivare a sentire l’esigenza di un upgrade, specialmente se il tuo blog, come tu sicuramente speri, inizia ad attirare visite e lettori costanti.
  2. Nel piano gratuito vengono mostrati degli annunci pubblicitari. I guadagni generati da tali annunci vanno alla società che gestisce il servizio e non a te, nemmeno in minima parte.
  3. Tu non sei autorizzato ad inserire annunci pubblicitari quindi non potrai monetizzare il tuo blog. Solo se generi molto traffico puoi richiedere di usare la loro campagna di sponsorizzazioni WordAds ma i guadagni generati andranno divisi con loro.
  4. Non puoi installare temi e plugin. Solo gli utenti premium, business e vip possono farlo.
  5. Per le statistiche devi usare solo quelle previste da loro, non puoi usare Google Analytics che è uno strumento importantissimo sia a fini statistici ma anche SEO. Solo gli utenti con un piano business possono installare Google Analytics.
  6. WordPress.com non offre nessuna integrazione con ecommerce o gateway di pagamento
  7. Il tuo sito mostrerà un link con scritto basato su WordPress.com, per toglierlo dovrai effettuare l’upgrade al piano business (che ti ricordo costa 300 euro l’anno)
  8. Non potrai personalizzare il codice CSS del tuo tema in uso. Solo gli utenti premium e business possono usare del codice CSS personalizzato.

WordPress.com o wordpress.org: quale scegliere?

Come hai potuto leggere le differenze tra WordPress.com e WordPress.org ci sono e sono pure molte, nonostante il nome possa trarre in inganno.

A questo punto, avendo ben compreso le differenze ed i vantaggi o gli svantaggi dell’uno e dell’altro il punto cruciale sul quale si focalizzerà la tua attenzione è:

Quale scegliere tra WordPress.com e WordPress.org per creare il mio sito o blog basato su WordPress?

La risposta, come avviene per molte tematiche, è sempre generica e dipende dalle situazioni.

Ovviamente se intendi realizzare un progetto aziendale o un progetto editoriale professionale che possa generare anche guadagni la scelta deve ricadere, senza pensarci su, su WordPress.org.

Anche se il tuo intento è quello di realizzare un ecommerce devi scegliere WordPress.org che è sicuramente una ottima scelta per creare il tuo store online.

Se invece il tuo intento è solo avere un posto dove scrivere i tuoi pensieri, una sorta di tuo diario online allora puoi valutare con attenzione se scegliere la versione gestita, WordPress.com, o la versione self-hosted, WordPress.org.

Il mio consiglio, anche in questo ultimo caso, però è quello di usare WordPress.org che a fronte di una piccola spesa iniziale riferita al web hosting, ed una lieve curva di apprendimento maggiore offre sicuramente molto di più e soprattutto con il tempo e l’impegno potrai trasformare il tuo blog personale in un qualcosa di più grande.

Anche perché, come hai potuto leggere, WordPress.com è gratuito solo nella versione base molto limitata gli altri piani sono a pagamento ed in alcuni casi superano anche il costo medio di un abbonamento annuale ad un web hosting.

Conclusioni

Siamo arrivati alla fine di questo articolo dove ti ho voluto parlare in maniera molto approfondita e dettagliata delle differenze che ci sono tra WordPress.com e WordPress.org.

Spero che questa guida possa tornarti utile ad avere le idee più chiare su quale delle due versioni utilizzare per realizzare il tuo sito web o blog basato su WordPress.org.

Il mio consiglio, come avrai capito, è quello di usare la versione CMS cioè WordPress.org.

Ti permetterà di avere una maggiore flessibilità e di poter realizzare progetti di alto livello e professionali inoltre con il crescere del tuo sito potrai man mano far crescere anche le funzioni del sito e la sua infrastruttura.

E tu, quali usi? 

Trovi più vantaggioso usare WordPress.com o WordPress.org?

Fammi sapere la tua nei commenti

Articolo scritto da:

Ciao, mi chiamo Giuseppe Musumeci e da oltre 9 anni sono un appassionato del web e di tutto quello che vi ruota attorno. Nel lontano 2009 ho scoperto il mondo dei CMS e quindi anche di Wordpress ed è stato puro amore fin da subito. Con i miei articoli spero di aiutare sempre più persone ad avvicinarsi a questo fantastico mondo.

Lascia Un Commento